lunedì 9 marzo 2020

LAVORO E CORONA VIRUS.

La Presidenza AIDA ha inoltrato una comunicazione al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, all'Onorevole Dario Franceschini, all' Onorevole Anna Laura Orrico (Sottosegretario di Stato del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), all'Onorevole Roberto Gualtieri, all'On. Pier Paolo Beretta (Sottosegretario di Stato del Ministro dell’Economia e delle Finanze). Riportiamo di seguito un breve estratto:


"[...] Oggi sono a richiamare la Vs attenzione sulla Ns. figura professionale colpita duramente dalle restrizioni previste a contrasto del coronavirus, registriamo sull’intero territorio l’abbattimento degli incassi pro-capite dal 90% al 100%. Questi lavoratori autonomi, in gestione separata, con rapporto di esclusiva imposto nei confronti della Società Italiana degli Autori ed Editori dall’Agenzia delle Entrate, non possono usufruire di ammortizzatori sociali, né garanzie di alcun tipo, né dispongono di uno stipendio minimo garantito e per effetto dell’esclusività non hanno altri introiti di alcuna natura. Già nelle prossime due settimane non saremo più in grado di sostenere alcuna spesa connessa alla nostra attività, ai nostri dipendenti e collaboratori, alla nostra vita e al sostentamento delle nostre famiglie. La sospensione delle attività di spettacolo ed intrattenimento ha bloccato qualsiasi attività per noi remunerativa già compromessa da tempo per altri fattori di mercato.
Vi preghiamo di volerci ricevere con sollecitudine per trovare delle soluzioni per la categoria nonché voler rafforzare ed estendere, con assoluta urgenza, a tutti i Mandatari sul territorio nazionale i provvedimenti per la salvaguardia riconosciuti ai lavoratori autonomi delle c.d. “zone rosse”.
Fiducioso di poter raccogliere la vostra sensibilità e solidarietà, l’occasione mi è gradita per ringraziare dell’attenzione ed inviare distinti saluti."