venerdì 23 ottobre 2015

#MusicaViva #pattoperlamusica A.I.D.A. PRESENTE!

da sinistra Rampi, Marino, Franceschini, Blandini.
Milano: Il 23 ottobre 2015 una delegazione dell’Associazione Intermediari Diritto D’Autore ha preso attivamente parte al Convengo Nazionale MUSICA VIVA tenutosi presso il Palazzo Reale di Milano. All’evento hanno partecipato Roberto Rampi (Commissione cultura della Camera dei Deputati), Giuliano Pisapia (Sindaco di Milano), Gaetano Blandini (Direttore Generale SIAE), Dario Franceschini (Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo), Angelo Rughetti (Sottosegretario di Stato per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione) Maurizio Braccialarghe (Delegato alla Cultura Anci) Carlo Fontana (Presidente A.G.I.S) Roberto Grossi (Presidente di Federculture) Antonella Ranaldi (Sovrintendente Belle Arti e Paesaggio) Vincenzo Spera (Presidente di Assomusica) Paolo Franchini (Vicepresidente Consiglio Sorveglianza SIAE) Luca De Gennaro (MTV Italia). Il convegno, suddiviso in sessione plenaria e quattro tavoli di lavoro, ha visto A.I.D.A. partecipare al tavolo con tema “ Non solo SIAE: diritti e doveri, costi e benefici. Siae e non solo: come migliorare la gestione del diritto di autore ed il suo impatto sulla musica dal vivo. Il rapporto tra enti locali e diritto di autore: quali sinergie per supportare la creatività e il territorio” con comitato di coordinamento Gennaro Milzi (SIAE), Andrea Minetto (Assessorato Cultura Comune di Milano) e Testimone Andrea Marco Ricci.


Per consultare gli sviluppi dell’evento e le relazioni dei tavoli consultare http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/st/Musica_Viva/Musica_Viva

da sinistra, Milzi, Facchinato, Luise, Blandini, Franchini.

lunedì 17 agosto 2015

Seguici su Twitter @AIDAITALIA2015

AFI, SAA, SACEM, IP CRIME UNIT USA, SPOTIFY, DARRYL STERAN, TRADEMARK EAGLE, MORNINGSIDE IP, CINEMATOGRAPHE e molti altri già ci seguono. Tu cosa aspetti? Cerca @AIDAITALIA2015

domenica 19 luglio 2015

E' NATA A.I.D.A.!

A Firenze lo scorso 12 luglio, è nata A.I.D.A (Associazione Intermediari del Diritto d'Autore) su iniziativa di un consistente gruppo di Mandatari SIAE che all'unanimità, dopo un confronto positivo e democratico, ha deciso di dover intervenire urgentemente a fronte di un momento storico segnato da importanti cambiamenti normativi e, di conseguenza, di strategia aziendale del nostro committente. 

Noi tutti siamo custodi di un’esperienza ed un bagaglio culturale relativo alla nostra professione con un valore importante e difficilmente eguagliabile.

Lo scopo motivante dell'Associazione si ispira ai principi dettati dalla legge n° 4 del 14 gennaio 2013 (Disposizioni in materia di professioni non organizzate - GU Serie Generale n. 22 del 26-1-2013): valorizzazione, miglioramento e tutela della professionalità dei propri associati e in virtu’ di questo A.I.D.A. vuole essere e sarà una organizzazione che promuove e valorizza efficacemente ed una volta per tutte una categoria, spesso ingiustamente e duramente denigrata, che tanto ha dato e che ancora contribuisce in modo puntuale ed insostituibile nella raccolta dei diritti ed in ogni servizio affidatoci.

L’Associazione si basa sui principi inderogabili e realmente sentiti di trasparenza, democraticità, condivisione e partecipazione. Non abbiamo nulla da nascondere e vi comunichiamo apertamente che questo gruppo è nato dallo SNAAM FELSA CISL, che tuttavia non ci governa, ma di cui è rimasta la trasparenza di chi ha sempre cercato di “difendere” chiunque a prescindere dalla regione di appartenenza ed a prescindere dal proprio incasso netto, con gli strumenti, le difficoltà e gli interlocutori a disposizione in ogni momento storico.

E’ arrivato il momento di condividere e partecipare seriamente e compatti, è arrivato il momento di coinvolgere attivamente e in prima linea i colleghi più giovani e preparati, mettendo da parte divismi e meccanismi tesi a conservare esclusivamente il proprio mantenimento; atteggiamento che porta solo ad indebolire la categoria. 

L'associazione è, chiaramente, senza scopo di lucro, apolitica e aperta a tutti coloro che operano per la tutela del diritto d'autore e che si riconoscono nei principi sopra descritti.
A.I.D.A. vuole essere una struttura pronta a governare i cambiamenti in atto con professionalità, eccellenza, dinamismo, responsabilità e spirito propositivo.

Non vi raccontiamo favole, non vi raccontiamo di treni che passano una volta sola, vi raccontiamo del nostro presente: i tempi per migliorarlo sono ristrettissimi ma abbiamo comunque una grande occasione.