mercoledì 3 luglio 2019

Blockchain Week Rome Cos’è successo: gli Awards, il Corso Intensive e il Blockchain Summit.

Blockchain Week Rome
Cos’è successo: gli Awards, il Corso Intensive e il Blockchain Summit.

Ringraziando e complimentandoci con i colleghi che hanno deciso di prendere parte alla Week riportiamo di seguito un report dell'evento redatto dagli organizzatori. AIDA continuerà a sviluppare e a partecipare a progetti proiettati nel futuro e nuove tecnologie, perché solo conoscendo quello che ci aspetta potremo fornire il nostro contributo intellettuale e tecnico arginando gli errori del passato.


Blockchain Management SL, insieme alla redazione di Cointelegraph
Italia e a No Silence Event Management, ha chiuso il primo evento in Italia dedicato al mondo
delle criptovalute: Blockchain Week Rome, con il sostegno istituzionale di MiSe, CONSOB e
SIAE. L’idea della Blockchain Week Rome nasce a inizio anno con lo scopo di colmare il vuoto, tanto formativo quanto informativo, esistente nel territorio italiano. In pochi mesi, riesce a riunire nella capitale un migliaio di persone, tra partecipanti, Speakers e Sponsors. Le critiche non sono mancante, ma il bilancio complessivo è più che buono e apre grandi aspettative sul futuro dell’evento. L’hashtag #bwr20 è già in circolazione. Chi se la fosse persa, può curiosare ciò che è stata Blockchain Week Rome 2019 nelle pagine social Facebook e Instagram. A breve saranno acquistabili le registrazioni video. «Tenete d’occhio le homepage dei nostri Partners e Media Partners: ai loro lettori sarà riservato uno speciale codice sconto» rivela lo Staff.

Blockchain Awards 2019 in collaborazione con Forbes Italia
Durante la cena di gala di sabato 29 giugno, con Kelly Joyce dal vivo sulle note di “Vivre la vie”, Federico Morgantini di Forbes Italia consegna a Barilla il Forbes Blockchain Award, in anteprima assoluta. https://forbes.it/2019/07/01/barilla-forbes-blockchain-award-2019/

Il Corso Intensive: formazione per i non esperti
25, 26, 27 giugno 2019 Cointelegraph Italia ha inaugurato il Corso Intensive nella mattinata del 25 giugno, insieme a Ivan Florio e Antonello Cugusi di Coinbar Spa. A seguire, Leonardo Vescono, Amministratore Delegato per PDC Academy, ha parlato al pubblico di Smart Contract, ICO, Token e Altcoin. Nei due giorni successivi, Gian Luca Comandini, Membro Task Force Blockchain MiSe, tra i 100 Under-30 che guideranno il futuro secondo Forbes Italia, ha approfondito il funzionamento della tecnologia blockchain, mentre Leonardo Vescovo è tornato sul palco per descrivere lo scenario di mercato attuale e le prospettive future del mondo cripto.
Trading e investimenti hanno chiuso il Corso Intensive nella mattinata del 27 giugno, lasciando spazio a domande, esempi e approfondimenti per tutto il pomeriggio. Gli attestati di partecipazione sono stati rilasciati a tutti i partecipanti. Chi non ha potuto ritirarla in loco lo riceverà controfirmato nei prossimi giorni, tramite email. Gli interessati hanno anche potuto depositare il proprio CV nei database di Partners e Sponsors, presenti con stands, speeches e panels durante le successive tre giornate di Summit. Il Blockchain Summit: per esperti e non
28, 29, 30 giugno 2019 Il networking è stato il protagonista indiscusso delle successive tre giornate di Blockchain Summit, in parte riprese dalle telecamere di Rai 1. Speakers italiani e internazionali sono saliti sul palco per interventi individuali e dibattiti live sui temi caldi della blockchain e delle criptovalute. I temi più ricorrenti hanno riguardato la Libra, la moneta virtuale appena lanciata da Facebook, e la Governance della European Blockchain Partnership, di cui l’Italia fa parte dal 27 settembre 2018: scenari futuri e inefficienze attuali. Non sono mancate le domande da parte del pubblico, che sono poi state approfondite individualmente nelle sale stands, dove i rappresentanti di Partners e Sponsors erano presenti h24. Alcuni di loro hanno rilasciato interviste in esclusiva ai giornalisti accreditati e alle redazioni dei Media Partners ufficiali come AIDA.
Ora, la speranza degli organizzatori è tutta rivolta verso il futuro: per cavalcare l’onda di Blockchain Week Rome 2019, migliorarla e lanciare l’edizione 2020.

venerdì 21 giugno 2019

Categoria al collasso, a rischio 1.350 lavoratori. Vessati da tasse e contributi "la gestione separata" è un errore che ci portiamo dietro da sempre. Interviene l'On. Germanà.

Un'incomprensibile circolare INPS (la 8328 del 28/03/1997) impose agli Agenti Mandatari di essere iscritti alla gestione separata INPS. Un'assurdità che unità alla crisi, alla lievitazione dei costi e all'incredibile carico di tassazioni sta portando una categoria virtuosa al collasso o forse è già collassata.

Condividiamo pienamente l'allarme lanciato dall'On. Antoniono Germanà e quanto espresso e supportato dal Sindacato Autonomo Agenti Mandatari SNAAM Felsa Cisl.

Rimandiamo al sito www.snaam.org per prendere visione dell'esaustiva interrogazione presentata dall'Onorevole.

giovedì 9 maggio 2019

Blockchain Week Roma. Il Futuro è qui!

L'Associazione Intermediari del Diritto d'Autore (AIDA) è Media Partner della Blockchain Week Rome.

Blockchain Week Rome.
Il più grande evento italiano dedicato a blockchain e criptovalute
dal 25 al 30 giugno a Roma

Blockchain Management SL annuncia il primo evento italiano dedicato a blockchain
e criptovalute. Avrà luogo a Roma, nel Mercure Roma West Hotel, e occuperà l’intera
settimana dal 25 al 30 giugno 2019.

La Blockchain Week Rome nasce con il sostegno delle istituzioni del Ministero dello
Sviluppo Economico , della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa ( CONSOB ) e
della Società Italiana degli Autori ed Editori ( SIAE ).

Perchè investire nella Blockchain Week Rome? Perché -si legge sullo stesso sito-
“istituzioni, governi e grandi aziende di tutto il mondo continuano a mostrare un interesse
sempre crescente nei confronti di blockchain e criptovalute. La rivoluzione iniziata con
Bitcoin sembra ormai inarrestabile”. L’evento, nella sua doppia funzione di Corso e Summit ,
si propone di dare solide basi a chi ancora non le ha e di rinforzare quelle di chi già è
operativo in questo settore. Insomma, vuole fornire delle armi vincenti per non rimanere
indietro.

Le sei giornate saranno così suddivise: tre giorni di Corso Intensive e tre giorni di
Summit, con possibilità di scegliere se partecipare a entrambi o solo a uno.
Il 25, 26, 27 giugno 2019 saranno all’insegna dell’autorevolezza formativa. Alla
domanda: “ Non ho esperienza nel settore. Posso partecipare lo stesso? ”, gli
organizzatori rispondono affermativamente: “Certo che sì, anzi: questo Corso fa proprio al
caso tuo”. Queste tre giornate prendono il nome di Blockchain Intensive , e non a caso.
Saranno 21 ore di alta formazione, destinate appunto “a chi non ha ancora acquisito alcuna
competenza in questo settore e a chi desidera consolidare le proprie competenze di base”
si legge sul sito ufficiale dell’evento. Inoltre, verrà rilasciato un attestato di partecipazione e ci sarà la possibilità di inserire il proprio Curriculum Vitae nel database riservato alle aziende Partner e Sponsor dell’evento.

Il 28, 29, 30 giugno 2019 ospiteranno il Summit, con conferenze, esposizioni e
dibattiti. Saranno all’insegna del networking con lo scopo di riunire gli esperti del mondo
delle criptovalute (non solo Bitcoin) e blockchain, italiani ma anche internazionali .
Alcuni Speaker hanno già accettato l’invito a partecipare. Tra questi: Gian Luca Comandini, membro della Task Force Blockchain MiSe; Tanja Bivic , Presidente della Blockchain Alliance
Europe; Marco Bellezza , Consigliere giuridico per il Ministero dello Sviluppo Economico;
Matteo Fedeli , Direttore della Divisione Musica per SIAE; Marcello Minenna , Direttore Ufficio
Analisi Quantitative CONSOB; Maria Voncisz , Country Manager per Luno. La lista continua.
I prezzi sono visibili nel sito ufficiale, dal quale è possibile acquistare direttamente i
biglietti, scegliendo tra solo Corso Intensive, solo Summit, o entrambi:
(agli aderenti AIDA è stata inoltrata email con il codice affiliazione/sconto, se non hai ricevuto la mail scrivi a segreteria@associazioneaida.org)


martedì 30 aprile 2019

Ministero dello Sviluppo Economico, A.I.D.A. inserita nell'elelenco.

E' ufficiale. Dal 29.04.2019 l'Associazione Intermediari del Diritto d'Autore (A.I.D.A.) è inserita nell'elenco delle associazioni professionali previsto dall’art. 2, comma 7. Ovvero A.I.D.A. è riconosciuta dal MISE nell'elenco delle Associazioni che rilasciano attestati di qualità e qualificazione professionale (L.4/2013).

martedì 9 aprile 2019

NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO E PRESIDENTE

In data 07.04.2019 a seguito dell'Assemblea dei Soci svolta a Milano è stato eletto il nuovo Presidente, Consiglio Direttivo, Collegio dei Probiviri, e Revisori.

il Presidente è stato eletto con l'86,27% delle preferenze, 4 schede bianche, 3 voti ad altro soggetto non candidato.


martedì 19 febbraio 2019

BLOCKCHAIN: ISTRUZIONI PER L'USO. ASPETTI TECNICI, GIURIDICI ED ECONOMICI DI UNA TECNOLOGIA PROMETTENTE.

Si informa che i Professionisti degli Ordini e i Professionisti aderenti ad Aida possono partecipare al convegno ottenendo crediti formativi. In particolare per gli Aderenti AIDA la partecipazione al convegno vale come corso di formazione ai sensi della legge 4. Gli aderenti AIDA possono accreditarsi entro il 28/02 mandando una mail a segreteria@associazioneaida.org

Location: Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Ferrara (corso Ercole I d'Este, 37), 8 marzo 2019, dalle 14.30 alle 18.30

I SESSIONE
« Cosa offre la Blockchain? »
Moderatore: Avv. Giuseppe Stefani - Avvocato, Presidente della Fondazione Forense Ferrarese, Responsabile COA Ferrara per l’informatizzazione nei rapporti con la giustizia

Blockchain: che cos’è e come funziona
Ing. Rosario Russo - Ingegnere dell’Informazione e Responsabile per la Protezione dei Dati, BSI Qualified Auditor and Implementer ISO/IEC 27001:2013

Il ruolo del Notaio nell’era della Blockchain
Notaio Raffaele Palumbo - Notaio in attesa di nomina, Dottore di Ricerca in Diritto dell’Unione Europea presso l’Università di Ferrara

Diritto d’Autore, quale futuro?
Dott. Giulio Meduri - Consigliere dell’Associazione Intermediari Diritto d’Autore – Responsabile Relazioni Esterne

La Blockchain: un’ analisi costi - benefici in chiave economico - aziendale
Prof. Francesco Badia - Docente di Economia Aziendale presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Ferrara

II SESSIONE
« Cosa dobbiamo temere della Blockchain? »
Moderatore: Rag. Ivano Vecchi - Commercialista, Revisore Legale dei Conti

Il lato oscuro della Blockchain
Ing. Rosario Russo - Ingegnere dell’Informazione e Responsabile per la Protezione dei Dati, BSI Qualified Auditor and Implementer ISO/IEC 27001:2013

Il rapporto tra Blockchain e protezione dei dati personali
Avv. Donato La Muscatella - Avvocato e Responsabile per la Protezione dei Dati,
Certified Information Privacy Professional/Europe, BSI Qualified Auditor and Implementer ISO/IEC 27001:2013

La Blockchain: riflessi fiscali ed interazioni con il sistema tributario italiano
Dott. Marco Bolognesi - Dottore Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Consigliere ODCEC Ferrara
.
Tavola Rotonda


mercoledì 25 luglio 2018

Il Sen. Roberto Rampi interviene (magistralmente) sul diritto d'autore.

“Le parole del Ministro Bonisoli sulla tutela del diritto d’autore e la sua gestione non hanno chiarito le intenzioni del Governo che deve scegliere da che parte stare: dalla parte dei lavoratori della creatività o da quella degli speculatori.
Il Ministro ha detto che tutti devono avere “stessi oneri e onori”. Siamo d’accordo col principio, ma come si arriva a questo obiettivo? La legislazione italiana vigente si è già conformata ai requisiti dell’Unione Europea.
Oggi quel che serve  è vigilare perché effettivamente tutti i soggetti si occupino di tutti i settori e di tutti i repertori, anche per quelli di minore successo e di minor interesse commerciale, e lo facciano davvero, come previsto dalla normativa: senza scopo di lucro.
Serve rafforzare l’integrazione europea sulla tutela del diritto d’autore e superate l’idea che si stia parlando di una merce, di un prodotto. Non cedere alle pressioni e alla disinformazione ed intervenire su chi realizza guadagni stratosferici sullo sfruttamento del lavoro intellettuale e creativo senza riconoscere quanto dovuto a quei lavoratori e a quelle lavoratrici”. Lo afferma il senatore del Pd Roberto Rampi, della Commissione Istruzione e Beni Culturali a Palazzo Madama.