lunedì 9 marzo 2020

LAVORO E CORONA VIRUS.

La Presidenza AIDA ha inoltrato una comunicazione al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, all'Onorevole Dario Franceschini, all' Onorevole Anna Laura Orrico (Sottosegretario di Stato del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), all'Onorevole Roberto Gualtieri, all'On. Pier Paolo Beretta (Sottosegretario di Stato del Ministro dell’Economia e delle Finanze). Riportiamo di seguito un breve estratto:


"[...] Oggi sono a richiamare la Vs attenzione sulla Ns. figura professionale colpita duramente dalle restrizioni previste a contrasto del coronavirus, registriamo sull’intero territorio l’abbattimento degli incassi pro-capite dal 90% al 100%. Questi lavoratori autonomi, in gestione separata, con rapporto di esclusiva imposto nei confronti della Società Italiana degli Autori ed Editori dall’Agenzia delle Entrate, non possono usufruire di ammortizzatori sociali, né garanzie di alcun tipo, né dispongono di uno stipendio minimo garantito e per effetto dell’esclusività non hanno altri introiti di alcuna natura. Già nelle prossime due settimane non saremo più in grado di sostenere alcuna spesa connessa alla nostra attività, ai nostri dipendenti e collaboratori, alla nostra vita e al sostentamento delle nostre famiglie. La sospensione delle attività di spettacolo ed intrattenimento ha bloccato qualsiasi attività per noi remunerativa già compromessa da tempo per altri fattori di mercato.
Vi preghiamo di volerci ricevere con sollecitudine per trovare delle soluzioni per la categoria nonché voler rafforzare ed estendere, con assoluta urgenza, a tutti i Mandatari sul territorio nazionale i provvedimenti per la salvaguardia riconosciuti ai lavoratori autonomi delle c.d. “zone rosse”.
Fiducioso di poter raccogliere la vostra sensibilità e solidarietà, l’occasione mi è gradita per ringraziare dell’attenzione ed inviare distinti saluti."

mercoledì 22 gennaio 2020

AVVISO DI SELEZIONE RISERVATO AI MANDATARI (SIAE).


E' ONLINE IL BANDO DI AVVISO DI SELEZIONE RISERVATA AI MANDATARI (SIAE) PER 1 ASSOCIATO DA INSERIRE NEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ASSOCIAZIONE INTERMEDIARI DEL DIRITTO D’AUTORE.

CLICCA QUI PER SCOPRIRE IL BANDO.
(scadenza 31.03.2020)

martedì 21 gennaio 2020

Dalla Parte dei Professionisti! Adesioni 2020.

Siamo una comunità di 126 professionisti, offriamo oltre 10 convenzioni strategiche, offriamo una vera certificazione professionale riconosciuta ACCREDIA, siamo accreditati ADICONSUM, siamo Soci della Federazione Internazionale Proprietà Intellettuale, siamo accreditati presso l'Europarlamento tra gli stakeholders del diritto d'autore, iscritti negli elenchi del MISE tra le Associazioni Professionali, siamo stati pionieri della blockchain applicata al diritto d'autore e ogni giorno contribuiamo e/o realizziamo studi per analizzare le opportunità o gli svantaggi di nuove tecnologie e del mercato interno ed internazionale. Contribuiamo ogni giorno ad analisi e studi scientifici con lo scopo di migliorare la nostra categoria nella posizione contributiva e fiscale... e siamo ad un passo da una rivoluzione!

Adesso abbiamo bisogno di te! Dobbiamo tutti domandarci, parafrasando jfkche cosa posso fare per l’associazione e non che cosa può fare l'Associazione per me!”.
Una comunità, infatti, si alimenta delle relazioni, delle informazioni, delle competenze, della capacità/reattività al cambiamento dei propri associati con lo scopo di non lasciare soli i professionisti ad affrontare un mercato sempre più competitivo ed esigente, ma si impegna ed opera per la costruzione di una comunità professionale, omogenea e coesa; per la crescita professionale dei suoi associati, per favorire lo scambio di esperienze, per promuovere un confronto costante con le tendenze/esigenze del mercato, per aiutare i soci a rapportarsi in modo sempre più qualificato con il mercato, per far valere i propri diritti nel mercato del lavoro, sviluppare innovazione e servizi, tutelare l'immagine della categoria.
Per continuare a fare tutto questo abbiamo bisogno anche di te. Per questo ti chiediamo di aderire oggi stesso, con un semplice click, visitando questa paginaNon facciamoci fregare il futuro!

mercoledì 6 novembre 2019

Nuove coordinate bancarie

Si segnala la variazione delle coordinate bancarie dell'Associazione. La Banca Monte dei Paschi di Siena ha attribuito un nuovo IBAN all'Associazione: IT53Y0103013004000061252860

Ricordiamo che è disponibile anche il servizio PAYPAL raggiungibile a questo link

mercoledì 11 settembre 2019

Lavori con i Diritti d'Autore? L'attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi è con AIDA!


Approvati in data 10/09/2019 i nuovi criteri per l'ottenimento dell'attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi. Se sei un professionista negli ambiti del Diritto d'Autore non perdere questa occasione!

Fino a ieri, chiunque – potenzialmente carente sotto il profilo tecnico e della formazione specifica – poteva esercitare una professione “non regolamentata”. La mancanza di un sistema come quello introdotto dalla legge 4/2013, cui AIDA aderisce, permetteva a chiunque di entrare nel mercato dei professionisti senza alcuna barriera. In conseguenza di questo sia il cliente che il datore di lavoro erano poco tutelabili nei confronti di chi millanta esperienze e competenze. Mancavano garanzie e strumenti di controllo e soprattutto mancava, per il professionista, la possibilità di difendere il proprio valore ed il proprio posizionamento di fronte a chi si improvvisava tale o aveva comunque una visione/esperienza limitata.

Alcuni vantaggi per un professionista autonomo sono la riconoscibilità della professionalità, la possibilità di distinguersi sul mercato nazionale ed internazionale, il posizionamento economico, l’ufficialità dei documenti, il punteggio nella partecipazione a bandi e concorsi, la liberatoria per l’azienda da culpa in vigilando / in eligendo.
La serietà dell’iter di certificazione ed il suo riconoscimento a livello normativo italiano, permettono al professionista di ottenere un vantaggio competitivo sul mercato anche rispetto a chi possegga certificazioni internazionali non accreditate (es. PMI, IPMA, ICF, ecc.). 
L’ottenimento di una certificazione, che ufficializza e garantisce il possesso di competenze distintive, favorisce il giusto posizionamento economico, dovendo e potendo guardare al futuro, il mercato è infatti disposto a riconoscere maggiore valore a chi può oggettivamente dimostrare la propria professionalità e la capacità di seguire un iter di lavoro corretto e completo.

Attraverso l'accordo AIDA/UNITER (Ente Certificato ACCDREDIA) certificare la propria professione negli ambiti del diritto d'autore è oggi possibile!

Tuttavia a seguito di un’attenta analisi dei feedback inviati da parte degli Associati, dei dati raccolti attraverso il sondaggio effettuato nel mese di Aprile 2019 e a seguito di un approfondimento normativo e documentale si è ritenuto di adottare un sistema di innovativo per la nostra Organizzazione che consenta il riconoscimento dell’esperienza individuale acquisita nella vita lavorativa, accademica o nell'ambito delle attività sociali - che sono comunque componenti della professionalità individuale acquisita da ciascuno di noi - attraverso l'ottenimento di un attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi.

Per dettagli ed informazioni scrivere a segreteria@associazioneaida.org


N.B.: il rilascio della certificazione professionale da parte della stessa associazione è vietato sia dalla L. 4/2013 sia dal sistema di iscrizione nell’elenco del MISE. Nell'elenco degli errori più frequenti redatto dal MISE  (LINK)  è indicato chiaramente che “Alcune associazioni si dicono in grado di rilasciare “certificazioni“ nei confronti dei propri iscritti. Si chiarisce che non è compito dell’associazione professionale certificare i propri soci, compito che spetta se mai ad un organismo di certificazione accreditato da ACCREDIA".

Infatti, la “certificazione” di qualità non va confusa con l’attestazione che le associazioni professionali possono rilasciare ai propri iscritti ai sensi degli artt. 4, 7 e 8 della legge 4/2013, in quanto essa può essere rilasciata solo da un organismo di certificazione accreditato da ACCREDIA ai sensi del suddetto regolamento europeo 765/2008. Allo stesso modo sono censurabili espressioni, che pure talvolta si ritrovano nei documenti e nei siti web delle associazioni professionali, quali “attestato (o attestazione) di competenza”, o “certificazione delle competenze professionali”.

Attualmente l'unica certificazione valida nel nostro campo, ai sensi del regolamento europeo 765/2008, è quella offerta da AIDA in collaborazione con UNITER (ACCREDIA).

mercoledì 4 settembre 2019

La Commissione Europea avvia il dialogo sull'Art. 17 della Direttiva Copyright.

L'Associazione Intermediari del Diritto d'Autore (AIDA) ha depositato in data 03 u.s. alla Commissione Europea istanza per partecipare al dialogo sull'articolo 17 della c.d. Direttiva Copyright (UE 2019/790). Auspichiamo di poter partecipare al tavolo di Bruxelles per esporre idee ed esperienze.